sabato 27 novembre 2010

QUANDO LA SOSTENIBILITA’ DIVENTA OPPORTUNITA’ E SVILUPPO




Nel corso del Matching 2010, alle ore 10:00 del 24 novembre presso Fiera Milano Rho, si è tenuto il Work Shop "Quando la Sostenibilità diventa opportunità e sviluppo" promosso dal Comitato dell'Award Sostenibilità della CDO.

In seguito si riporta l'abstract ed i video di alcuni interventi (a causa dei limiti di spazio sul blog gli altri interventi possono essere inviati a mezzo mail).

Prof. Michele Piano ed Arch. Paolo Spada. Sostenibilità, Tecnologie, Ambiente, Energia ed Edilizia:
- la nuova direttiva 31/2010/UE e l’obbligo di realizzazione di “Edifici ad Energia Quasi Zero”
- la sostenibilità quale opportunità, un esempio concreto nei progetti delle APEA (Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate) che prevedono La realizzazione delle infrastrutture (edili ed impiantistiche), di una wind farm, composta da 5 aerogeneratori, di campi fotovoltaici, della viabilità, dei sistemi illuminanti, della gestione delle acque e dei rifiuti, estendendo la loro applicazione al centro abitato, anticipando gli obiettivi previsti dalla diretti 31/2010/UE (Edilizia Pubblica ad energia quasi zero, obbligatoria dal 2018). Un progetto, sviluppato dalla engineering sammarinese BPE e lo studio Spada&Associati, che dalla sostenibilità genera sviluppo ed opportunità per imprese ed industrie, attraverso il coinvolgimento e lo sviluppo di nuove sinergie.

Prof. Alberto Servida. Sostenibilità negli impianti produttivi:
- Lo sviluppo sostenibile ha un impatto diretto sui cicli produttivi in quanto il concetto di sostenibilità è declinato in termini di: minimizzazione dell’impiego di risorse (materiali ed energetiche), massimizzazione dell’utilizzo delle risorse rinnovabili, minimizzazione dell’impatto ambientale (in termini di inquinamento e di produzione di scarti dannosi), produrre articoli (manufatti) riciclabili o biodegradabili. Per realizzare questi obiettivi è quindi necessario identificare i legami tra i sistemi di produzione, l’ecosistema e le problematiche di impatto ambientale e del loro effetto sulla salute pubblica.
- Ci si propone di discutere l’importanza della gestione energetica ottimale dei cicli produttivi per la riduzione dei costi e delle emissioni di gas di serra. In particolare, si illustrerà l’importanza “economica” dei certificati bianchi e del loro impatto sui costi di produzione.


Ing. Angelo Spina. Sostenibilità negli acquisti e lungo la catena di fornitura:
- l’integrazione della pura gestione del rischio con l’opportunità di business derivante dall’utilizzo efficiente delle risorse naturali anche lungo la catena di fornitura con casi tangibili di successo
- La revisione della catena di fornitura e di distribuzione in ottica di sostenibilità significa introdurre elementi di innovazione nella ricerca di soluzioni che riducano i tempi dei vari passaggi, ottimizzando ogni attività per arrivare per prima sul mercato e conquistare quote
- Il coordinamento e la revisione delle attività di produzione e di logistica interna con quelle dei fornitori consente non solo di evitare rischi reputazionali o di discontinuità di fornitura ma di trovare soluzioni sinergiche che limitano gli sprechi
- L’integrazione esterna sin dalla fase progettuale consente di cogliere un vantaggio più ampio rispetto allo sviluppo classico del prodotto per fasi: riduzione dei costi, minori sprechi e prodotti più utili per il Cliente finale video